Piscina di Crema: durante la Commissione è emersa (ancora) la superficialità di questa Amministrazione

Standard
Tempo di lettura: 1 minuto

Nel pomeriggio di lunedì u.s. si è tenuta la Commissione di Garanzia avente come oggetto la piscina di Crema e i rapporti con Sport Management.
Anche in quell’occasione sono emerse le grandi criticità figlie di una gestione superficiale dell’Amministrazione: non esiste una stima del valore dei lavori, resta aperta ed irrisolta la questione relativa ai cittadini che pur avendo pagato dei servizi, magari attraverso un abbonamento, non ne possono usufruire, è inoltre emerso che nessuna banca avrebbe fatto un prestito da 150.000 € a SM (e quindi ci ha pensato il Comune di Crema: il pubblico che fa da banca per una SPA privata, siamo al paradosso!).
In tutto questo non è ancora possibile sapere quando (e se!) la piscina di Crema potrà riaprire.
Davvero un capolavoro amministrativo.
Oggi stesso provvederemo a richiedere, fra l’altro, a quanto ammonta il valore degli abbonamenti pagati ma non usufruiti e, noto quel dato, protocolleremo una mozione per impegnare l’Amministrazione a predisporre un fondo per intervenire in questo senso. Pensiamo che, invece di preoccuparsi di fare un prestito (che temiamo non riusciremo più ad avere indietro) a Sport Management, si sarebbe reso un servizio migliore alla città cercando di tutelare meglio i cittadini.

dott. Emanuele Coti Zelati

Capogruppo de LA SINISTRA

Paolo Losco

Coordinatore de LA SINISTRA

 

Cliccare per scaricare la risposta alla mia interrogazione circa i lavori eseguiti e non eseguiti da parte di Sport Management SPA


Siamo sempre in ascolto: contattateci

Lascia un commento