Piano Comunale per la qualità dell’aria: la maggioranza boccia la sua creazione, sprecando un’occasione per la città

Standard
Tempo di lettura: 1 minuto

Durante la riunione del Consiglio Comunale che si è tenuta l’8 ottobre 2020 la maggioranza a guida PD ha bocciato la mia mozione che, semplicemente, richiedeva di stendere entro il settembre 2021 un Piano Comunale per la qualità dell’aria.

Questo piano prevedeva sostanzialmente la possibilità di raccogliere le idee e pianificare azioni atte a migliorare la qualità dell’aria della nostra città attraverso il contributo che tutte le forze politiche consigliari possono dare.

La qualità dell’aria della città di Crema è, secondo i dati di ARPA Lombardia, scarsa per molti giorni all’anno. Ogni anno accumuliamo un numero di giorni di sforamento dei valori massimi di inquinamento superiore a quelli consentiti dalla legge.

E’ questo un problema che attanaglia molti altri Comuni che, molto spesso, hanno costruito appunto un piano comunale per la qualità dell’aria. Ma Crema no.

Questa maggioranza, assolutamente autoreferenziale e indisponibile al confronto, ritiene di aver fatto e di fare a sufficienza e di non avere bisogno di confronto e del contributo a loro esterno. Peccato però che i dati oggettivi e numerici raccontino una realtà ben diversa: poche azioni, sparse e senza pianificazione, che non producono alcun effetto apprezzabile.

Sempre più distanti dalla città, dai cittadini questa maggioranza boccia, colpevolmente, un’occasione per migliorare la qualità dell’aria.


Come sempre, siamo disponibili al confronto: ognuno può contattarci attraverso segnalazioni@cotizelati.it oppure con la seguente form:

Lascia un commento