Inquinamento dell’acqua: depositato l’esposto per accertare eventuali responsabilità degli organi di controllo

Standard
Tempo di lettura: 2 minuti

Come avevo avuto modo di annunciare all’inizio di questa settimana, nella giornata di oggi, sostenuto dal coordinamento cremasco di Liberi e Uguali  le cui componenti sono da sempre caratterizzate dalla spiccata sensibilità per l’ambiente, mi sono recato presso la Procura della Repubblica per depositare l’esposto circa la vicenda dell’inquinamento delle falde.

Appresa infatti la notizia dalla stampa, nel gennaio 2018, di un possibile sversamento in falda avvenuto ad Isso (BG) nell’agosto 2017, in seguito alle lavorazioni di Flamma spa, avevo scritto alla Provincia di Cremona ottenendo una risposta rassicurante nonostante i 6 mesi intercorsi tra l’evento e l’inizio delle indagini.

Successivamente, sempre dalla stampa, si è appreso che:

  • i pozzi di Castel Gabbiano risultano oggi contaminati da pericolose sostanze cancerogene (Triclorometano e Tetracloroetilene)
  • la stessa Flamma spa, come soggetto non responsabile, già nel corso del 2014 aveva informato le autorità competenti della presenza di tali sostanze

Tutto ciò mi ha spinto a presentare un esposto così da chiedere alla Procura della Repubblica di valutare se esista la possibilità che, negli enti di controllo, qualcosa non abbia funzionato e se qualcuno non abbia svolto accuratamente il proprio lavoro esponendo i cittadini a qualche tipo rischio.

Apprendo che sulla scia delle segnalazioni fatte dal sottoscritto altre forze politiche stanno agendo in maniera simile alla nostra: speriamo che non sia semplicemente un “prendere la palla al balzo” in vista delle elezioni e che l’interesse dimostrato per l’ambiente non si esaurisca al termine della campagna elettorale.

E’ certamente inquietante la possibilità che gli organi preposti alla tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente possano aver omesso alcuni atti, come d’altronde si potrebbe essere indotti a pensare leggendo le notizie giornalistiche e osservando i quattro anni trascorsi dalle segnalazioni di Flamma spa.

Sono certo che la Procura si muoverà con cura e professionalità accertando e perseguendo eventuali responsabili.

 

Emanuele Coti Zelati
Capogruppo de La Sinistra

Paolo Losco e Marta Andreola
Coordinamento cremasco di Liberi e Uguali

Per scaricare l’esposto CLICCARE QUI


Come sempre, sono disponibile per coloro che ritengano di mettersi in contatto con me per un parere, un chiarimento, una segnalazione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *