Alberi in città: un pannicello caldo

Standard
Tempo di lettura: 2 minuti

Apprendiamo dalla stampa che a conclusione del dibattito sul bilancio e dopo la presentazione delle slide che documentano l’avvenuto censimento degli alberi in città, alcuni consiglieri di maggioranza si sono affrettati a difendere l’operato dell’amministrazione in tema di verde pubblico.
Gli stessi hanno annunciato che verranno ripiantati in città un centinaio di alberi. Rileviamo che il lavoro svolto dai tecnici che hanno redatto il censimento è, almeno culturalmente, un passo in avanti rispetto al nulla precedente e per questo non possiamo che esprimere il nostro favore.
Vorremmo però aggiungere alcune considerazioni: la prima riguarda l’annuncio di cui sopra che sa molto di affrettato “pannicello caldo” posto sulla fronte di una città che patisce le ferite inferte da via Bacchetta e parco Bonaldi. La seconda riguarda il lavoro svolto dai tecnici: esso mette in evidenza sia l’importanza degli alberi quanto la loro cura e tutela che da tempo manca, è mancata, e che questa amministrazione continua a far mancare soprattutto in termini di necessità di un vero cambio di paradigma; questo nonostante le nostre (e non solo) ripetute richieste/proposte di attenzione e rispetto. La terza considerazione è numerica: affinché il pannicello caldo non si raffreddi velocemente ci permettiamo di suggerire questo raffronto: Crema ha poco meno di 35.000 abitanti e 5000 alberi censiti: 0.14 alberi per abitante: praticamente un ramo per ogni cremasco. Fossero anche 8000, come annunciato, il rapporto sarebbe di 0,22 alberi/abitanti: meno di due rami. Per avere un termine di paragone la città di Modena ha un rapporto di 1.04 alberi per ogni abitante.
Lasciano quantomeno perplessi le affermazioni dell’Ass. Gramignoli annunciare che Crema ha un buon rapporto alberi abitante!
Per ultimo non vorremmo che le analisi tecniche sovrastino o giustifichino le decisione politiche poiché questo metodo renderebbe veramente preoccupante e drammatico il corso amministrativo in tema di ambiente e cura del verde (più dell’attuale grave insufficienza).

Auspichiamo di poter osservare un vero cambio di passo che appoggeremo con forza altrimenti continueremo a denunciare l’atteggiamento di questa Amministrazione in termini di ambiente ed alberatura: si è passati infatti da un pressoché totale disinteresse (il caso di via Bacchetta è emblematico: hanno scelto la devastazione anche quando esistevano delle alternative meno distruttive, tecnicamente documentate!) al gioco dei sepolcri imbiancati in cui, con qualche pagina di relazione tecnica e vari annunci altisonanti, si copre con la sola parola l’assenza di un vero interesse ed impegno sul tema.

dott. Emanuele Coti Zelati
Capogruppo de LA SINISTRA

Paolo Losco
Coordinatore de LA SINISTRA


Come sempre siamo a disposizione dei cittadini: segnalazione@cotizelati.it oppure

Lascia un commento